Sappada in estate

Sappada

Sappada appare come un eremo immerso nella natura, dove l’aria è pura e il silenzio è interrotto solo dai suoni della natura, nonostante abbia preservato pressoché intatta la sua autenticità, è una meta turistica sin dall’800, offrendo per tutti numerose opportunità di svago e di divertimento.

Sappada è un comune del Friuli Venezia Giulia in provincia di Udine, sito in una lunga vallata attraversata dal Piave, ai piedi del Monte Peralba: dall’alto dei suoi 1245 mt di altezza, è il borgo più alto della regione ed è incastonato splendidamente tra la Carnia e il Cadore.

Parte sia della Comunità di Montagna della Carnia che della Magnifica Comunità del Cadore, Sappada gode di una posizione geografica spettacolare: il territorio circostante pullula infatti di cascate, laghetti alpini, boschi di larici e abeti, siti al cospetto di vette come il Monte Peralba, il Gruppo delle Terze, la Creta Forata e le Alpi Carniche.

Cosa fare a Sappada in estate

Sappada si presta al turismo tutto l’anno e non solo d’inverno: in estate la località e i paesaggi circostanti sono un’esplosione di colori e di profumi che invogliano a passeggiate, escursioni e agli sport all’aria aperta.

Offerte vantaggiose in Val Gardena

Scopri le migliori offerte per trascorrere una vacanza estiva indimenticabile nelle Dolomiti della Val Gardena, con pacchetti vacanza a prezzi vantaggiosi in hotel ed appartamenti a Ortisei, Santa Cristina e Selva di Val Gardena

Chalet sulle Dolomiti

Scopri le migliori offerte per trascorrere una vacanza estiva nei migliori Chalet e Baite alpine delle Dolomiti, le migliori strutture immerse nel cuore delle Dolomiti dal tipico stile alpino

Gite guidate in Trentino Alto Adige

Scopri le meraviglie del Trentino Alto Adige con tour e le gite guidate. Vivi un'avventura unica tra paesaggi alpini mozzafiato accompagnato da guide esperte che svelano gli angoli segreti del territorio

adv

Passeggiare per le 15 borgate che compongono quello che è di fatto un comune esteso significa costeggiare botteghe artigianali ma soprattutto apprezzare l’architettura che le caratterizza, soprattutto a Cima Sappada e a Sappada Vecchia. Saltano subito all’occhio, con i loro balconcini fioriti, le case costruite con l’antica tecnica del blockbau di stampo nordico che vede le travi in legno disposte orizzontalmente le una sulle altre e incassate poi negli spigoli.

Gli amanti dello sport invece potranno noleggiare mountain bike o e-bike, avventurandosi così lungo i sentieri montani e magari percorrere la strada che porta dritta alle sorgenti del Piave, ridiscendendo poi nella Val Visdende che si trova tra Sappada e il comune di Santo Stefano di Cadore.

Per un’esperienza ancora più green, presso il campo sportivo si trova un maneggio che mette a disposizione cavalli con i quali fare escursioni tra i boschi, magari fermandosi di tanto in tanto se si avvistano i funghi: con i cambiamenti climatici in atto, non è infatti raro scorgerli anche in estate per poi gustarli freschissimi.

A proposito di cibi a Km 0, gli appassionati di pesca sportiva o coloro che semplicemente vogliono cimentarsi con lenza ed esche, possono raggiungere il Laghetto Ziegelhutte: qui le trote abbondano e, una volta pescate, possono essere consumate in loco tramite il barbecue presente sulle rive del laghetto.

Gli amanti del golf potranno trascorrere il tempo nel Golf Club Sappada e sperimentare le ben 9 buche: è inutile sottolineare la bellezza di questo campo da golf che sorge lì dove in inverno si scia e ospita il parco giochi invernale di Nevelandia.

Le famiglie con bambini al seguito invece potranno divertirsi all’interno dell’Adventure Park: ponti tibetani sospesi nel vuoto, carrucole e funi caratterizzano i 6 percorsi presenti, ognuno di un livello differente a seconda delle esigenze dei novelli Indiana Jones. I più spericolati potranno mettere alla prova il proprio coraggio sul percorso Vertical Limit dove le altezze sono davvero da brividi.

Casa vedere a Sappada in estate

Vivere Sappada in estate significa trascorrere le giornate a camminare su percorsi escursionistici e raggiungere luoghi naturalistici e storici di straordinaria bellezza.

Rimanendo nel centro di Sappada, precisamente nella borgata di Mühlbach, il Parco della Fauna Alpina offre l’opportunità di vedere da vicino animali tipicamente alpini come camosci ma soprattutto daini.

Dal Parco è facile raggiungere il vicino Piccolo Museo della Grande Guerra in borgata Bach: aperto in estate, è ospitato in un’antica fucina e raccoglie reperti legati alla Prima Guerra Mondiale, armi, uniformi, stufe da campo, oggetti di trincea, maschere antigas, elemetti e un rarissimo kit da campo di pronto soccorso.

Il museo è il punto di partenza per raggiungere le Cascatelle e la successiva Grande Cascata, molto scenografica in piena estate quando la portate d’acqua è massima: dal mese di Giugno a quello di Settembre, tutto il sentiero per raggiungerle è illuminato così da permettere a tutti di godersi queste cascate anche in piena notte.

Per conoscere invece la storia di Sappada e della cultura ladina, si consiglia una visita al Museo Etnografico Giuseppe Fontana: è all’interno di questo spazio museale che si apprendono curiosità sulle flora e fauna locali ma soprattutto si conoscono le origine della cittadina, quando tra il X e l’XI secolo un gruppo di coloni provenienti dalla Cainzia e dal Tirolo, col permesso del Patriarca di Aquileia, fondarono quelle borgate che oggi danno vita a Sappada, enclave linguistica germanofona.

Un altro interessante spazio museale si trova in borgata Cretta e si tratta del Museo della Civiltà Contadina: si tratta della casa ottocentesca in legno arredata con mobili originali e il custode, tramite aneddoti e curiosità, accompagna per mano i visitatori nella conoscenza della vita quotidiana degli antichi ladini.

Sono poi molti i luoghi carichi di misticismo a Sappada e uno di questi è la tardo-barocca Chiesa di Santa Margherita e la Cappella del Calvario con ben tre crocifissi in legno: per raggiungere quest’ultima si parte da Mühlbach e, costeggiando l’omonimo torrentello, si prosegue su un pendio punteggiato da 14 piccole cappelle a ripercorrere simbolicamente la Via Crucis.

Tra Santo Stefano di Cadore e Sappada c’è un ponte in legno affacciato sul meraviglioso Orrido dell’Acquatona, una gola dalla quale le acque del Rio Acquatona si gettano da un’altezza di 50 mt: volendo si possono scendere i 190 scalini fino a raggiungere il cuore dell’Orrido.

L’estate è la stagione perfetta poi per raggiungere le sorgenti del Piave, il “fiume sacro alla Patria” teatro di molte battaglie nel corso del primo conflitto mondiale: partendo da Cima Sappada, si attraversa la Val Sesis fino alle falde del Monte Peralba.

La sorgente del Piave si trova a 1830 mt di altezza ed è affiancata dal Rifugio Sorgenti del Piave dove ristorarsi con la cucina tipica del luogo e con un goccio di grappa alla genzianella. Volendo si può proseguire lungo una strada forestale fino a raggiungere il Rifugio Calvi, proprio davanti alla via ferrata Sartor: oltrepassando poi il passo Sesis e percorrendo la strada comune Papa Giovanni Paolo II, si raggiungono i 2694 mt di altezza dove anche in piena estate c’è la neve.

Vacanze a Sappada

L’estate a Sappada può rivelarsi molto divertente, probabilmente molto di più rispetto alla stagione invernale quando la maggior parte dei sentieri escursionistici sono chiusi per neve: le giornate estive poi non sono mai caldissime risentendo del clima alpino, ma sono molto spesso soleggiate per via dell’esposizione della valle.

Per conoscere a fondo Sappada e il suo ricchissimo paesaggio non basta certo un weekend: una vacanza più lunga trascorrerà in un lampo a Sappada e anche quando si sceglie di restare in città non ci si annoierà di certo viste le tante manifestazioni estive organizzate.

Tra le feste più coinvolgenti tradizionali ci sono il Festival del Fieno, il Festival del Folklore con tanto di sfilate del gruppo Holzhockar, il Plodar Fest dedicato alla tradizionale musica montana e infine il bellissimo Sappamukki di metà settembre ovvero il ritorno festoso delle mucche dagli alpeggi estivi.

Per godersi comodamente Sappada non mancano le strutture ricettive: ve ne sono di diverse tipologie, dai B&B ai classici alberghi, (alcuni anche con SPA) fino agli appartamenti vacanze arredati in stile alpino. Per un’esperienza ancora più immersiva nel territorio, una buona alternativa è il soggiorno nei rifugi, il cui pregio è rappresentato soprattutto dai panorami spettacolari sulle Alpi.

photo credits: shutterstock

Vacanze estate Sappada

Se state valutando di fare una vacanza d'estate a Sappada qui di seguito potete trovare dei link utili per trovare Hotel ed Appartamenti vacanza.

Ricevi Offerte estate

Ricevi le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

    Email dove ricevere offerte

    Nome e Cognome

    Dove vuoi andare in Vacanza? (destinazione preferita)



    Laghi vicini da scoprire


    Posti da scoprire nelle vicinanze

    Dati e recensione Sappada in estate

    Regione: Dolomiti
    Altitudine minima:1200m S.l.m.
    Altitudine massima: 2000m S.l.m.
    Opinioni Sappada: 0 recensioni su Sappada

    Voto Sappada in estate

    Voto: 4.2 su 5 - 15 votanti
    1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
    Loading...

    Altre localita consigliate

    Scrivi una recensione su Sappada

    Ci sono 0 Recensioni su Sappada in estate

    Scrivi la tua recensione su Sappada

    Trova Offerte Estate

    Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

      Dove vuoi andare in Vacanza?