Tre Cime di Lavaredo, come raggiungerle e cosa vedere in estate

Tre Cime di Lavaredo, come raggiungerle e cosa vedere in estate

Le tre cime di Lavaredo sono montagne situate in Veneto fra le spettacolari Dolomiti, a poca distanza dal lago Misurina e dal caratteristico paese di Auronzo di Cadore.

Si tratta di un posto la cui bellezza viene riconosciuta universalmente e richiama turisti da posti molto lontani, soprattutto in estate. Nel 2009 le montagne sono divenute Patrimonio Mondiale dell’Unesco per la loro bellezza ed i loro paesaggi unici, ma anche per l’importanza scientifica.

Come raggiungere le Tre Cime di Lavaredo

giro delle 3 cime di lavaredo

Il giro delle tre Cime di Lavaredo rappresenta una delle escursioni più suggestive da fare sulle Dolomiti, soprattutto durante il periodo estivo per poter godere appieno dei colori, dei paesaggi e dell’aria pura che questi posti suggestivi offrono.

Per chi fosse interessato a scoprire le bellezze di questi posti è molto importante sapere esiste un percorso ad anello con un dislivello di soli 250 metri ed il tempo previsto per percorrerlo è di circa 3 ore e mezza o 4, in base al tempo che si desidera trascorrere ad ammirare lo spettacolo della natura. È un percorso adatto a tutta la famiglia, poiché non presenta difficoltà.

Arrivare in Auto

Si parte dal paese di Auronzo e si arriva a Misurina percorrendo circa 40 minuti in macchina tramite la Strada Regionale 48 delle Dolomiti e la Strada Provinciale 49.

Da qui il rifugio Auronzo dista circa 7 chilometri. Si può decidere di parcheggiare l’auto in uno dei parcheggi vicino al lago Misurina oppure proseguire fino al parcheggio a pagamento del rifugio Auronzo.
In caso si optasse per la prima scelta il percorso di per sè rappresenta già una piccola escursione.

Parcheggio

rifugio auronzo
Rifugio Auronzo, dove si parcheggia

Parcheggiare al rifugio costa € 30,00 per ogni autovettura.
Si consiglia di arrivare presto perché la strada viene chiusa quando i posti nel parcheggio si esauriscono nonostante sia molto grande vista la mole di turisti che, soprattutto in estate, si concentra in questi luoghi.

Giro delle Tre Cime di Lavaredo

Raggiunto il rifugio Auronzo inizia la vera escursione del giro delle 3 Cime, si prosegue per il sentiero n.104, facile da trovare poiché ben segnalato.

Questo sentiero si percorre con una certa agilità, è adatto anche a persone poco allenate che desiderano semplicemente godere della bellezza della natura.

Si tratta di una vera e propria passeggiata che ha come meta il rifugio di Lavaredo e ci si impiega all’incirca una quarantina di minuti. Durante questo itinerario si può già gustare la bellezza mozzafiato dei paesaggi, l’aria fresca, pulita ed il cielo terso.

Sulla sinistra si levano le Tre Cime, maestose ed imponenti. Saranno sempre presenti e potranno essere ammirate da svariati punti di vista. L’unico modo per poter goderne appieno è la prospettiva veneta.

Sulla destra, lungo il sentiero, si possono ammirare i verdi pascoli fioriti dove gli animali pascolano in libertà. Il terreno è composto principalmente da ghiaia.

Tappa: Rifugio Lavaredo

Una volta arrivati al rifugio Lavaredo si può proseguire con il sentiero n.101, un ampio sentiero che si mantiene in quota traversando verso Est.
È questo il sentiero che conviene seguire in quanto è il meno difficoltoso. Da questo primo tratto si ha una splendida vista sulla valle d’Ansiei. Successivamente vi è un tratto in salita, per circa 500 metri, dove è possibile raggiungere il posto più vicino alle Cime. Il sentiero n.101 costeggia la chiesetta della Madonna della Croda, dedicata a tutti i caduti in montagna.

Qui è possibile scattare delle foto spettacolari. Il panorama è sicuramente di grande impatto grazie alla vista sui Cadini di Misurina e sul gruppo del Sorapis.

Tappa: Forcella Lavaredo

forcella lavaredo panorama

Proseguendo sul sentiero n.101 si passa per la forcella Lavaredo che si trova al confine con l’Alto Adige, a 2454 metri di altezza, il punto di massima altitudine dell’escursione.

Questa è la parte del sentiero più frequentata. Il motivo, probabilmente, è che qui la natura offre un altro spettacolo grandioso: la Cima Piccola, Grande ed Occidentale si allineano in modo tale che sembrano formare otticamente un’unica cima.

Trovarsi in loro presenza provoca un’emozione difficile da descrivere. È qualcosa di imponente! Difficile da trovare altrove.
Molti esperti alpinisti hanno tentato la scalata di queste impervie pareti. Un nome fra tutti quello di Emilio Comici.

Dalla forcella Lavaredo il sentiero scende in una vallata, in direzione del rifugio Locatelli, già visibile falla forcella.

Molti turisti preferiscono fare solo il tragitto rifugio Auronzo – rifugio Locatelli, (a 2405 metri) che è il terzo rifugio dopo quello Auronzo e quello di Lavaredo.

Variante: Dalla forcella si può prendere un sentiero che attraversa più in alto il versante al fine di evitare numerosi saliscendi. Si consiglia questa variante solo a chi non soffre di vertigini ed ha un piede saldo poiché il percorso è impervio e stretto in alcuni punti.

Tappa: Rifugio Locatelli

rifugio locatelli grotta Tre Cime di Lavaredo

Arrivati al rifugio Locatelli è possibile fare una sosta e mangiare qualcosa. Il menu che viene proposto è bilingue (tedesco e italiano). Un piatto tipico da assaggiare, senza ombra di dubbio, è rappresentato dai knödel, canederli alla tirolese. Sono gnocchi di pane con speck e cotti in brodo oppure cotti in acqua e sale se vengono conditi con il burro.

Si può decidere anche di mangiare un classico panino sedendosi su un prato oppure ci si può sedere su uno dei tanti tavoli esterni degustando la polenta con salsiccia o la polenta con formaggio e speck.

È quasi d’obbligo gustare un bel pezzo di strudel di mele fra i tanti dolci famosi della zona.

Anche qui è possibile scattare fotografie splendide, l’area attorno al rifugio è tutta da fotografare per avere bei ricordi suggestivi. Da qui si può scattare la tipica foto delle tre Cime di Lavaredo che si vede un po’ ovunque oppure la vista sulle splendide Dolomiti di Sesto.

Proseguendo la passeggiata sul sentiero n.105 si giunge ad una discesa leggermente ripida composta anche da dei tornanti. Il percorso risulta sempre e comunque facile da praticare, non è necessario essere escursionisti allenati, ma può essere portato a termine anche dai bambini.

Tappa: Malga Langalm e Laghi Grava Longa

altopiano grava longa tre cime di lavaredo

Si giunge così all’altipiano della Grava Longa. È un altipiano lungo e pieno di prati verdi, uno spettacolo per la vista! Le pareti delle tre Cime di Lavaredo sono sempre presenti, accompagnando il turista lungo tutto il percorso.

Qui si trova anche la Malga della Grava Longa (nota come anche come Malga Langalm), si trova vicino alle sorgenti del fiume Rienza che crea i piccoli laghetti della Grava Longa che riflettono le Tre Cime di Lavaredo nelle azzurre acque regalando uno scenario da cartolina.

I laghetti di Grava Longa si trovano poco distante dal sentiero principale, anzi, in alcune stagioni si crea anche un piccolo fiumiciattolo che lo invade parzialmente.

Alcune delle foto più affascinati delle Tre Cime di Lavaredo sono state realizzate proprio in corrispondenza di laghetti ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo. Le maestose vette si colorano al tramonto creando un gioco di colori straordinario che si riflette sulle acque del lago.

Tappa: Forcella Col di Mezzo

Continuando l’escursione si costeggia la fiancata del Sasso di Landro e a questo scopo occorre risalire per un po’, raggiungendo la forcella chiamata Col di Mezzo ad un’altitudine di 2315 metri.

Anche questo risulta essere uno dei posti più fotografati poiché vi sono tutte le Dolomiti di Cortina d’Ampezzo e Misurina insieme. Uno spettacolo da mozzare il fiato che ci viene invidiato da tutto il mondo.

Il percorso è ormai quasi giunto al termine. Basta fare una piccola discesa e ci si ritrova nel parcheggio a pagamento del rifugio di Auronzo da dove si era partiti. Il giro ad anello delle tre Cime di Lavaredo termina qui.

Vale sicuramente la pena visitarlo! Ci si arricchisce da molti punti di vista e si può vivere un’esperienza bella ed in tutta sicurezza, escursione da fare almeno una volta nella vita.

Posti più belli da fotografare

Il Giro delle Tre Cime di Lavaredo offre tantissimi posti magnifici dove scattare foto e selfie. Il posto è così bello che ogni metro quadro è ottimo per fotografare in quanto il giro consente di vedere le Tre Cime a 360 gradi, inoltre oltre alle 3 Cime ci sono altra magnifiche vette delle Dolomiti che meritano uno scatto.

Ci sentiamo comunque di consigliarvi alcuni dei posti più belli da fotografare durante il giro delle Tre Cime di Lavaredo:

Lago Tre Cime di Lavaredo

Esiste un lago ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo? In alcune foto puo’ sembrare ma non è così se si pensa ad un grande lago ai piedi delle 3 Cime. Tuttavia nei pressi delle Tre Cime di Lavaredo si trovano dei magnifici laghetti che meritano una visita.

laghi grava longa
Sorgenti ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo

Ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo si trovano le sorgenti del fiume Rienza che formano dei piccoli specchi d’acqua simili a dei piccoli laghetti.
Le vette delle 3 cime si riflettono sull’acqua regalando foto stupende, specialmente al tramonto.

Le sorgenti del fiume Rienza si trovano nei pressi della malga Langalm lungo il tragitto del giro delle Tre Cime di Lavaredo tra l’altipiano della Grava Longa ed il passo col di mezzo.

I più affascinanti sono i laghetti dei piani che si trovano poco più a nord del Rifugio Locatelli, in pieno territorio altoatesino. Anche se non si trovano direttamente ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo, meritano comunque una visita perchè qui si riflettono altre vette delle Dolomiti.

Per raggiungere i laghi dei piani basta una piccola deviazione una volta raggiunto il Rifugio Locatelli, è una magnifico posto dove scattare foto suggestive.

Altre info utili

Sulle gite alle Tre Cime di Lavaredo ci sarebbero tantissime cose da dire e consigli utili da dare, ne abbiamo riassunti alcuni:

Tenda alle Tre Cime di Lavaredo

Anche se si trovano tantissime foto di gente in Tenda ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo è bene specificare che non è consentito. Si tratta di un tema spinoso in quanto i regolamenti variano da regione a regione, da comune a comune-

Le Tre Cime di Lavaredo si trovano nel bel mezzo di un parco naturale per dipiù a confine tra Veneto ed Alto Adige.

Per il Veneto non è assolutamente consentito il bivacco in tenda, per la provincia di Bolzano (Alto Adige) ci sono regole meno stringenti ma comunque anche qui in linea di massima non è consentito, specialmente non è consentito se ci si trova vicini a Rifugi o altre strutture.

Il consiglio è di non fermarsi a dormire in tenda per evitare sanzioni importanti, contrariamente a quanto si puo’ pensare i controlli sono numerosi.

Inoltre essendo giusto a confine è veramente complicato capire se il punto dove ci si trova è in area altoatesina o in area bellunese.

fonte: https://camminiditalia.org/2020/05/20/campeggio-e-bivacco-libero/

NB: Molte delle foto che trovate sono realizzate da fotografi hanno usato la tenda come strumento scenografico e non hanno bivaccato veramente nella zona.

Cani alle Tre Cime di Lavaredo

Anche per quanto riguarda le escursioni con i cani è bene ricordarsi che ci troviamo in pieno parco Naturale. E’ quindi necessario tenere i cani costantemente a guinzaglio ed è assolutamente vietato lasciarli liberi.

Il territorio è protetto e quindi la presenza di cani liberi potrebbe disturbare la fauna selvatica e/o i capi al pascolo nelle vicine malghe.

E’ anche consigliabile ricordare che questa zona è super frequentata in alta stagione, tenere il cane al guinzaglio è utile anche ad evitare spiacevoli inconvenienti con i cani di altri turisti.

Cosa fare e cosa visitare nei dintorni

Decidere di fare una delle escursioni più suggestive delle Dolomiti, cioè il percorso ad anello che permette di godere della bellezza delle tre Cime di Lavaredo, può essere un’esperienza a tuttotondo.

Oltre a questa esperienza ci sono molteplici cose che si possono vedere e fare nei dintorni di Auronzo, così da poter trascorrere le vacanze estive in famiglia, o con gli amici all’insegna della natura, della montagna, dell’aria pura e dei bei paesaggi.

Auronzo di Cadore è situato, come abbiamo visto, a poca distanza da Cortina d’Ampezzo, dal lago Misurina e dalle tre Cime di Lavaredo.

Rappresenta la meta ideale per chi vuole trascorrere le vacanze in relax oppure per chi preferisce fare sport poiché il paese è attorniato da boschi, e dal verde.

Lago di Misurina

Misurina è la frazione più alta del comune di Auronzo di Cadore. La cittadina prende il nome dal bellissimo lago che si trova ad un’altezza di 1756 metri sul livello del mare.
Il perimetro del lago è di circa due chilometri e mezzo mentre la profondità è di cinque metri.

È consigliabile visitarlo in estate dove è possibile prendere a noleggio un pedalò e fare un giro su queste splendide acque azzurre da dove si possono ammirare le tre Cime di Lavaredo, il Sorapis, i Cadini ed il Cristallo.
I colori che si possono ammirare specchiati sulle acque cristalline del lago lo rendono un luogo unico nel suo genere.

Le particolari caratteristiche climatiche dell’area intorno al lago lo rendono un posto adatto a chi soffre di patologie respiratorie. È proprio vicino al lago che sorge l’unico centro italiano che si occupa di curare l’asma infantile. Molto vicino a questo centro c’è un impianto per la risalita e la catena dei Cadini di Misurina. La si può attraversare tramite il sentiero attrezzato Alberto Bonacossa.

A nord del Lago si trova un altro lago, il d’Antorno. A sud del lago si erge il Gruppo del Sorapis, le Dolomiti Ampezzane.

I mulini di Lozzo

Il paese di Lozzo è situato a soli 9 chilometri da Auronzo di Cadore. Protagonista del luogo è sempre stato il torrente chiamato Rio Rin, che scorre nella parte sinistra del paese.

La forza motrice delle sue acque è stata sfruttata la massimo dagli abitanti di Lozzo per creare delle attività produttive che ancora oggi si possono visitare. Vi sono, infatti, una serie di stabilimenti che si occupano del taglio del legname e fucine.
Lozzo è chiamato anche il paese dei mulini perché ve ne sono tanti, ancora in funzione, fra i vicoli di questo paese.

Oltre farci un giro, perché è un paesino suggestivo e molto caratteristico, è consigliabile anche visitare il museo della Latteria che detiene ancora oggi gli oggetti usati in passato per far funzionare i mulini. Inoltre, in questo museo si può osservare tutto ciò che riguarda la storia dell’antica tecnica della pastorizzazione del latte.

Il Monte Piana e trincee della guerra mondiale

monte piana e trincee

Sorge a circa 25 chilometri dal centro di Auronzo il monte Piana dove sono state combattute molte battaglie durante la prima guerra mondiale.

Se ne respira ancora l’aria. Tra trincee, camminamenti, reperti vari e monumenti l’area è circondata da questi terribili ricordi e ferite. Si tratta di un vero e proprio museo all’aperto presso cui è facile immergersi nell’atmosfera triste e nella quotidianità dei soldati durante la terribile guerra.

Famoso è il rifugio Bosi nelle cui vicinanze i soldati hanno combattuto per ben ventinove mesi.

Un luogo storico, dunque, che è possibile visitare grazie a delle visite guidate che ne ripercorrono la storia ed i segreti e dove molti giovani soldati hanno perso la vita per difendere il nostro paese, assediati dalla fame, il freddo intenso e la miseria.

La pista ciclabile delle tre Cime di Lavaredo

Per chi è appassionato di sport o anche per chi vuole semplicemente godere di una bella gita in bicicletta è disponibile una pista ciclabile che collega Auronzo di Cadore al lago di Misurina.

Non occorre essere dei provetti ciclisti. La pista ciclabile è adatta a tutti, anche ai bambini, poiché facilmente percorribile. Su un fondo di terra battuta lungo un tracciato che attraversa boschi e prati scorrono i 30 chilometri della pista.

Solo la seconda metà della pista risulta leggermente più impegnativa e arriva fino a 1756 metri di Misurina.

Se non si possiede già una bici è possibile noleggiarla ad Auronzo. Ce ne sono sia normali che elettriche e consentono di visitare qualsiasi posto immerso nel verde.

Divertirsi con il Fun Bob ad Auronzo

In inverno, come è noto, i dintorni del rifugio di Auronzo sono conosciuti per le piste da sci. Quello che è meno noto è che in estate è possibile non privarsi della stessa emozione discendendo i pendii in velocità. L’atmosfera, ovviamente, cambia perché i pendii saranno verdi anziché innevati, ma il brivido provato sarà il medesimo.

Esiste una pista di Fun Bob su rotaia, vicino alla stazione della seggiovia Taiarezze-Malon, che viene rimossa solo a metà settembre. È, quindi, presente durante tutta la stagione estiva e rappresenta un ottimo intrattenimento per persone di qualsiasi età.

Degno di nota è che siamo in presenza dell’impianto di Fun Bob più lungo al mondo. Si snoda per 3 chilometri fra curve e discesa. L’unico attrezzo da manovrare sarà una leva (un freno, in pratica) che regola la velocità di discesa del Bob.

È sicuramente piacevole e suggestivo, visto il panorama di cui si può godere ed è un divertimento che si può avere in totale sicurezza. Nella zona sono presenti punti di ristoro.

Malga Maraia

Per chi è alla ricerca di un’escursione semplice e panoramica che vada bene per tutta la famiglia, fare quella di Malga Maraia è sicuramente un’ottima idea.

A pochi chilometri da Auronzo di Cadore è possibile trovare grandi pascoli verdi che si affacciano sulle Dolomiti, con tanti animali come asini, mucche e conigli, per un’esperienza che ci immerga nella natura a trecentosessanta gradi.

Il sentiero per raggiungerla è molto semplice da percorrere ed il panorama è una gioia per gli occhi di grandi e piccini.

Si può abbinare a questa escursione anche quella che arriva al rifugio della città di Carpi. La Malga rappresenta un ottimo punto di partenza. Ci si può arrivare con una mulattiera o con la direttissima che è molto più veloce, oltre che più ripida.

Cosa visitare ad Auronzo

Da un lato si scorgono raffinati chalet ed hotel con i caratteristici balconi in legno, dalla parte opposta boschi ancora incontaminati e stradine a cui si può accedere a piedi o con la bicicletta. È questo Auronzo di Cadore, attorniato dalle vette più belle delle Dolomiti ed al suo centro lo splendido lago Santa Caterina.

Lago di Auronzo

Lago di Auronzo
Lago di Auronzo

Il lago è artificiale, ma non si direbbe visto che è perfettamente ed armoniosamente inserito all’interno della natura circostante. È balneabile e navigabile.

Esiste anche una piccola spiaggia attrezzata dove si può usufruire di diversi servizi, fra cui il noleggio di pedalò per poterlo ammirare da diverse angolazioni.

Ad Auronzo è possibile fare il giro del lago anche di sera grazie al fatto che il sentiero è illuminato, oppure si può decidere di fare un giro per le vetrine dei negozi e prendere un gelato in una della tante gelaterie presenti in estate.

Musei

Altra cosa da visitare è il Museo Palazzo Corte Metto che si trova all’interno di una casa signorile al centro del paese. Qui si può andare alla scoperta della natura che contraddistingue questi luoghi attraverso fauna, flora e mineralogia. Per i bambini la parte più interessante sarà la ricostruzione di un dinosauro che è posta all’interno del museo.

Riserva Naturale

Riserva Naturale di Somadida

C’è, poi, la Riserva Naturale di Somadida è il più grande bosco del Cadore. È possibile fare lunghe passeggiate o percorrere sentieri più brevi. Inoltre, all’interno della riserva è situato il Giardino delle Farfalle, per cui è possibile ammirare tanti esemplari che abitano la zona.

Chiesa Santa Giustina

Per chi ha voglia di immergersi nell’arte vera e propria è consigliabile visitare la chiesa di Santa Giustina.

Questa si trova al centro del paese e la sua ricostruzione risale al 1762. Esternamente appare semplice e lineare, ma la suo interno lascia il visitatore senza parole per la sua bellezza.

Presenta una moltitudine di opere d’arte fra cui affreschi, dipinti, sculture marmoree e perfino l’organo è considerato un opera dalla bellezza sconfinata, posizionato sopra l’ingresso.

La struttura architettonica si compone di una sola navata a pianta rettangolare. Ogni sua parete presenta dei cornicioni che terminano con delle mensole. Il soffitto è a volte.

Divertimento per i Bambini

Le attività sportive da fare all’aria aperta sono numerose. Oltre alle varie escursioni è possibile fare trekking, andare in mountain bike o fare corsi di canoa sul lago.

Per i bambini, e non solo per loro, c’è il Tre Cime Adventure Park. Si tratta di un parco d’avventura con vista sulle tre Cime di Lavaredo.

Si può trascorrere un’intera giornata all’insegna del divertimento fra piattaforme sugli alberi, liane, ponti tibetani e quant’altro, tutto con la massima sicurezza e immersi nel verde.

Vi sono ben cinque percorsi posti ad altezze differenti (dal metro e mezzo ai quattordici metri) e vari livelli di difficoltà. Per i bimbi un po’ più piccoli è prevista un’area gioco a terra.

Per i bambini c’è anche la fattoria didattica dell’agriturismo Ai Lares con finalità educative oltre che di svago.

Struttura immersa nel verde, nei mesi estivi propone molteplici attività allo scopo di far conoscere ai più piccoli la vita della montagna e il rispetto della natura.

Dove alloggiare alle 3 Cime di Lavaredo

Il miglior posto dove soggiornare per visitare le 3 Cime di Lavaredo è sicuramente Misurina, specialmente nelle strutture vicine al Lago di Misurina.

In estate le 3 Cime sono molto frequentate ed è quindi consigliabile partire presto per raggiungere il parcheggio del Rifugio Auronzo, soggiornare al Lago Misurina diventa quindi un grande vantaggio in quanto consente di risparmiare molti minuti d’auto.

Anche se nella zona non ci sono moltissime strutture disponibili si puo’ comunque trovare quella adatta alle proprie esigenze, ecco le consigliate:

Hotel vicini alle 3 Cime di Lavaredo

Hotel Sorapiss – 3 Stelle

photo credits booking.com

L’Hotel Sorapiss gode di una posizione privilegiata nel cuore di Misurina, situato a 200 metri dal lago di Misurina e a pochi passi dal paese.

L’hotel offre una vasta gamma di servizi per soddisfare tutte le vostre esigenze, gli interni dell’Hotel sono stati ristrutturati in pieno stile alpino moderno. Diverse camere sono dotate di balconcino con vista diretta sul Lago di Misurina e vista sul versante nord delle 3 Cime di Lavaredo.

Grand Hotel Misurina – 4 Stelle

photo credits booking.com

Il Grand Hotel Misurina vanta una splendida posizione panoramica, con vista sul lago di Misurina. Gli ospiti possono godersi la loro vacanza rilassante nel cuore delle Dolomiti grazie all’area SPA, mentre godono di tutti i servizi moderni, uniti all’ospitalità tradizionale.

Essendo un 4 stelle i prezzi sono più alti rispetto ad altre strutture ma il costo è ben giustificato dalla qualità della struttura e dei servizi.

Albergo Chalet Lago Antorno – 2 Stelle

photo credits booking.com

L’Albergo Chalet Lago Antorno si trova sulle rive del lago di Antorno, appena sopra al Lago di Misurina. E’ di fatto l’Hotel più vicino alle 3 Cime e quindi ottimo per chi vuole salire per primo senza trovare traffico.

Dotato di accesso diretto alle piste da sci, di un ristorante, di un bar, della connessione Wi-Fi gratuita nelle aree comuni e di un parcheggio gratuito in loco, offre una varietà di camere e “suite”. Anche se la struttura vanta solo 2 stelle molte delle sue camere sono state recentemente ristrutturate inoltre la struttura offre un ristorante con cucina tipica delle Dolomiti.

Appartamenti vicini alle Tre Cime

Per chi vuole maggiore autonomia oppure desidera passare le vacanze con tutta la famiglia la soluzione migliore è sicuramente quella di optare per gli appartamenti vacanza.

Vicino al Lago di Misurina ci sono diversi appartamenti da prendere in affitto per una vacanza a due passi dalle Tre Cime di Lavaredo.

Appartamenti Sorapiss

photo credits booking.com

Minimal ma con tutto l’indispensabile per una comoda vacanza nei pressi delle Tre Cime di Lavaredo, gli appartamenti Sorapiss si trovano sul fronte lago di Misurina.

Sono ideali per una vacanza breve, per chi desidera essere indipendente.

Chalet Alpen Rose

photo credits booking.com

Recentemente ristrutturato, lo Chalet AlpenRose è di fatto la struttura ricettiva più moderna di tutta la zona. Offre appartamenti vacanza in pieno stile alpino moderno con tutti i servizi comuni di un residence.

La struttura è paragonabile ad un hotel 4 stelle quindi il costo potrebbe risultare importante specialmente in alta stagione, tuttavia questa è di fatto una delle soluzioni vacanza migliori.

Villaggio Turistico Ploner

photo credits booking.com

Non si trovano sulle rive del Lago di Misurina come le altre strutture e quindi richiede più strada per raggiungere le Tre Cime di Lavaredo, tuttavia rimane comunque una delle strutture ricettive più vicine.

Questo residence è composto da diversi appartamenti vacanza dotati di tutti i servizi, inoltre condivide aree comuni come giardini e piscina.

Si tratta di piccoli appartamenti dotati di cucinino, quindi non sono ideali se si desidera passare una lunga vacanza. Vanno bene per qualche giorno o un weekend.

Trova Offerte Estate

Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

    Dove vuoi andare in Vacanza?

    Voto Tre Cime di Lavaredo, come raggiungerle e cosa vedere in estate in estate

    Voto: 3.49 su 5 - 13203 votanti
    1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
    Loading...

    Trova Offerte Estate

    Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

      Dove vuoi andare in Vacanza?