Yoga in Montagna

Yoga in Montagna

L’estate è la stagione prediletta da chi ama l’attività all’aria aperta e l’esercizio fisico per mantenersi in salute e condurre uno stile di vita sano.

Le ridenti giornate dorate dal sole e le temperature favorevoli invogliano i più attivi appassionati del benessere ad abbandonare le mura domestiche e la pigrizia dei mesi più freddi per riscoprire il contatto con la natura mentre si pratica del buon movimento.

Un’attività, tra tutte, particolarmente amata, secondo le tendenze degli ultimi anni, è lo Yoga.

Gli effetti benefici di questa disciplina di origine orientale sono ben noti, e molto apprezzati per la sensazione di benessere diffusa che donano a tutto il corpo.

Lo yoga, infatti, agisce a più livelli: non solo tonifica la muscolatura e migliora la respirazione, ma consente anche di approfondire il contatto con l’ambiente circostante, con se stessi e, di conseguenza, di ritrovare la propria armonia interiore e il proprio equilibrio mentale.

Si tratta, insomma, di un’attività benefica a 360 gradi, che fa bene a corpo e mente ed è l’ideale per combattere lo stress, inteso sia in termini di affaticamento fisico che di sovraccarico di pensieri e preoccupazioni.

A incorniciare questa pratica, allora, cosa ci può essere di meglio della montagna? Da sempre l’alta quota rappresenta il posto perfetto per liberare e rafforzare lo spirito, ripristinare il legame con la terra e imparare ad apprezzare il senso di libertà che gli spazi sconfinati e i panorami meravigliosi che riempiono gli occhi offrono ai visitatori più caparbi.

La salita verso la cima è la metafora di un percorso di conquista interiore, della tranquillità e della consapevolezza di se stessi.

Lo yoga ha esattamente il medesimo potere, e per questo la scelta della montagna eleva esponenzialmente questo effetto. Di seguito si vedrà più nel dettaglio perché montagna d’estate e yoga sono una coppia vincente, e verrà dato qualche consiglio utile per valorizzare pienamente le potenzialità di questa attività.

Lo yoga in montagna: tutti i benefici

ragazzo che fa yoga in montagna

Come si accennava in precedenza, lo yoga è una disciplina molto antica, nata in India e ormai diffusa in tutto il mondo.

Questo successo si deve ai molteplici benefici per la salute fisica e psicologica: sono numerosi gli studi che ne dimostrano gli effetti positivi sull’incremento del benessere su questi due fronti.

Inoltre, lo yoga è facilmente praticabile da chiunque: senza faticosi esercizi aerobici, le sue posizioni sono alleati perfetti per irrobustire il corpo e aumentarne elasticità e flessibilità, e si adattano a persone di ogni età, qualunque sia la loro condizione fisica, senza che sia necessario un particolare tipo di allenamento.

La montagna è certamente il contesto che più si adatta alla pratica dello yoga, per diversi motivi. Prima di tutto, l’aria pulita delle altitudine elevate intensifica gli effetti ristoratori di un’attività basata sulla respirazione, come lo yoga appunto.

In estate le temperature gradevoli che si incontrano salendo di quota renderanno l’esercizio fisico meno faticoso, cosa nella quale si rischia di incappare, invece, svolgendo attività in area metropolitana.

L’assenza di inquinamento, sia atmosferico che acustico e luminoso, è un vero toccasana per la salute di chi è abituato ai ritmi frenetici della vita quotidiana cittadina, scandita da rigidi ritmi lavorativi e tempi serrati che possono facilmente condurre a condizioni di stress psicofisico.

Da questo punto di vista, la montagna rappresenta un mondo a sé stante, dominato dai ritmi naturali del susseguirsi della vita e del fiorire della natura, non da quello determinato dagli impegni e dai doveri di tutti i giorni.

Il silenzio interrotto solo dai suoni della natura è prezioso per riposare l’udito e favorire l’ascolto di se stessi del proprio corpo, e per trovare il proprio ritmo biologico.

Lo sguardo, invece, potrà perdersi tra le vaste distese dei versanti illuminati dal sole, rendendo l’esperienza dello yoga all’aria aperta ancora più gradevole e rilassante.

Consigli utili per organizzare una vacanza

meditazione in montagna

Ora sarà indicato qualche consiglio pratico per orientarsi al meglio nell’organizzazione di questa attività.

La prima cosa essenziale da sapere è che praticare lo yoga in montagna è possibile anche per chi non è navigato in questo ambito, è alle prime armi o addirittura è un novizio.

Vengono infatti organizzate delle vacanze appositamente per chi vuole dedicarsi alla rigenerazione di corpo e mente, con l’opzione di poter frequentare corsi adatti a diversi livelli, che si tratti di partecipanti esperti o principianti, che si snodano in lezioni tenute da insegnanti esperti.

Non solo, alcune esperienze sono pensate proprio per essere particolarmente immersive, dei veri e propri ritiri nella natura all’insegna dello yoga. Prima della prenotazione, è opportuno verificare che il prezzo proposto sia coerente e adeguato all’offerta.

A questo proposito, è inoltre importante scegliere accuratamente la destinazione, valutando tra diverse alternative per poi selezionare quella che maggiormente sembra rispondere alle proprie preferenze personali.

Ogni meta, infatti, offre un ventaglio di altre attività tra le quali scegliere, dal trekking alle escursioni guidate, fino al rafting o al birdwatching.

Ciascuno può optare per la location che maggiormente soddisfa i propri interessi, in modo da incastrarli con le lezioni di yoga. Di seguito viene riportato qualche esempio tra le destinazioni italiane più gettonate per chi vuole praticare yoga in montagna in estate.

Yoga dove andare: i migliori posti delle montagne italiane

yoga al lago di Fusine

Se si pensa alla montagna italiana, la mente corre immediatamente al Trentino, alle pendici dei suoi monti costellate di boschi rigogliosi, alle valli che custodiscono preziosi e antichi borghi, e soprattutto ai numerosi laghi circondati da quell’aura di mistero che li rende magici.

In questa regione c’è davvero l’imbarazzo della scelta, tra paesaggi incantevoli e la possibilità di praticare le attività pi svariate.

Le regine del Trentino, che attraversano anche altre regioni del nord Italia, sono senza dubbio le Dolomiti, con il loro caratteristico fascino che le ha rese famose in tutto il mondo.

Per gli amanti dell’esercizio all’aria aperta sono una meta particolarmente ambita, e alla pratica dello yoga regalano senz’altro una marcia in più, incorniciandola in un’ambientazione magnifica.

Non solo Trentino e Dolomiti, comunque: anche l’aspra bellezza delle cime delle Alpi valdostane, con i suoi paesaggi pittoreschi, è molto attrattiva per chi cerca l’alta quota per ritrovare il proprio benessere.

L’offerta è davvero ampia anche in questo caso, e per quanto riguarda l’alloggio si può scegliere tra le proposte di vari hotel, agriturismi e chalet. La Valle d’Aosta, insomma, si presenta come scelta valida sia per chi cerca una vacanza all’insegna del relax e del riavvicinamento alla natura, sia per chi preferisce lasciarsi coccolare dal lusso e dall’eleganza.

Anche la Lombardia si presenta come candidata per una vacanza meditativa. Anzi, la vicinanza delle sue Alpi con le città di Milano, Bergamo, Brescia, Lecco e Como, si presta bene anche per chi preferisce trascorrere fuori porta soltanto un weekend.

Infine, per chi gradisce maggiormente le altezze moderate e i panorami variopinti del centro Italia, è consigliabile consultare le proposte che si possono trovare lungo l’Appennino tosco-emiliano, che annovera anch’esso diverse offerte di vacanze a tema yoga e meditazione.

Perché scegliere la montagna per praticare yoga

perchè yoga in montagna sul lago

Come si diceva, la pratica dello yoga apporta innumerevoli benefici all’intero organismo, e non solo: si tratta di un’attività in grado di rigenerare allo stesso tempo il corpo e la mente, aiutando ad alleviare lo stress. Sebbene sia possibile eseguire i propri esercizi di yoga ovunque, la montagna conferisce quel valore aggiunto che ne incrementa in modo esponenziale l’efficacia.

La tradizione dello yoga si basa sull’ascolto del proprio corpo tramite pratiche di respirazione (pranayana), concentrazione (dharama) e l’esecuzione di particolari forme (asana). Proprio per questo i risultati possono essere miracolosi se l’ambiente è consono, e nessuno come la montagna è più indicato per riscoprire il legame con la natura e il contatto con se stessi.

La scalata per il raggiungimento della vetta, nell’immaginario collettivo rappresenta la ricerca di un’elevazione spirituale che è assimilabile a quella cui mirano le pratiche di meditazione orientali. Per questo motivo, yoga e montagna sono un binomio incredibile per disintossicarsi dallo stress accumulato nella quotidianità e nell’affaticamento di tutti i giorni e conquistare il proprio benessere psicofisico.

Trova Offerte Estate

Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

Dove vuoi andare in Vacanza?

Voto Yoga in Montagna in estate

Voto: 3.55 su 5 - 304 votanti
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

Trova Offerte Estate

Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

Dove vuoi andare in Vacanza?