Valtournenche in estate

Valtournenche

Ai piedi del Monte Cervino si estende la bellissima Valle di Valtournenche, il cui territorio è compreso tra Cervinia e Châtillon.

I tentativi di scalare il leggendario Monte Cervino hanno dato la svolta turistica a questa valle: nell’800 furono molti gli avventurieri stranieri che raggiungevano la Valle di Valtournenche e tra questi vi era l’inglese Edward Wuymper che, il 14 luglio del 1865, riuscì a scalare il Cervino.

Valtournenche in estate

La Valtournenche è una splendida valle alpina attraversata dal torrente Marmore ed è incastonata tra la Valle della Dora Baltea, la Valpelline, il Vallone di Saint Barthélemy, la Val d’Ayas e le Alpi Pennini, tra le quali spicca il Cervino.

Gli abitanti della valle chiamano questa iconica montagna piramidale Gran Becca e, dall’alto dei suoi 4478 m. di altezza (terza montagna più alta d’Italia dopo il Monte Bianco e il Monte Rosa), è considerata una delle più belle vette al mondo.

Offerte vantaggiose in Val Gardena

Scopri le migliori offerte per trascorrere una vacanza estiva indimenticabile nelle Dolomiti della Val Gardena, con pacchetti vacanza a prezzi vantaggiosi in hotel ed appartamenti a Ortisei, Santa Cristina e Selva di Val Gardena

Chalet sulle Dolomiti

Scopri le migliori offerte per trascorrere una vacanza estiva nei migliori Chalet e Baite alpine delle Dolomiti, le migliori strutture immerse nel cuore delle Dolomiti dal tipico stile alpino

adv

La Valle di Valtournenche è certamente una frequentatissima meta turistica invernale, grazie al celebre comprensorio sciistico di Breuil – Cervinia Valtournenche con ben 360 km di piste.

Ma è in estate che questa valle mostra il suo volto più luminoso e lussureggiante, tra profumi inebrianti e colori sgargianti. L’estate nella Valtournenche permette di godersi giornate all’aria aperta tra escursioni, sport e passeggiate alla scoperta di pascoli, alpeggi punteggiati dai tipici rascards (fienili costruiti in legno e pietra) e laghi cristallini, sulle cui sponde ci si può rilassare con un piacevole pic-nic.

Sci Estivo

Bisogna in ogni caso sapere che la Valtournenche è uno dei pochi luoghi in cui è possibile sciare anche in piena estate: le funivie del Cervino infatti sono aperte durante la bella stagione, permettendo agli sportivi più appassionati di raggiungere il meraviglioso ghiacciaio del Plateau Rosa a 3458 m. di altezza.

A luglio del 2023 sarà inaugurata la nuovissima funivia Matterhorn Glacier Ride II che, in appena 4 minuti, collegherà lo stesso Plateau Rosa ai 3821 m. di altezza del Piccolo Cervino, parte del gruppo montuoso del Monte Rosa.

Mountain Bike

Molti impianti di risalita della Valle di Valtournenche sono utilizzati anche dagli amanti delle due ruote, ovvero mountain bike, freeride e downhill: tra i percorsi più frequentati, assai panoramici, ci sono quelli che scendono da Cime Bianche, da Plain Maison e da Plateau Rosa alla volta di Breuil Cervinia.

Quest’ultima è certamente la località turistica più rinomata della Valle di Valtournenche, sede di boutique di lusso e dell’alto palazzo “La Casa del Sole” realizzato dal designer Carlo Mollino, il cui stile si distingue dall’architettura rurale che caratterizza la maggior parte dei borghi della valle.

A Cervinia si trova però anche il Cervinia Golf Club a bel 18 buche, ossia uno dei campi da golf più alti di tutta Europa, trovandosi a circa 2050 m. di altezza, in una cornice naturalistica che ha pochi eguali nel mondo.

Borghi Alpini

La valle è ricchissima di borghi da visitare e tra tutti c’è Valtournenche, situato a 1524 m. altezza: l’abitato ruota attorno alla bella Chiesa di S.Antonio Abate risalente al 1450 e restaurata nella metà dell’800: è affiancata da un settecentesco campanile bianco, che crea un effetto ottico splendido, vista la presenza sullo sfondo delle cime delle Grandes Murailles.

Se sulle mura esterne della chiesa ci sono le lapidi dedicate alle leggendarie guide alpine della Valtournenche, all’interno è possibile ammirare due altari lignei pregevolmente intagliati, decorazioni del Mazzini e un altare maggiore in marmo policromo sovrastato dalla pala dello Stornone.

Imperdibile è poi la Maison de l’Alpage, un grande rascard del ‘600 che, oltre all’Ufficio del Turismo, ospita un museo dedicato alla vita d’alpeggio: l’attenzione è focalizzata sull’aspetto geografico, storico, faunistico e floristico, con focus sulle piante alpine e sulle razze di mucche valdostane.

C’è poi il villaggio di Cheneil, situato nell’omonima conca all’ombra del Grand Tournalin, utilizzato in passato come osservatorio astronomico: da questo piccolo borgo rurale si può raggiungere il Santuario di Clavalitè a 2530 m. di altezza, dedicato a San Domenico Savio. Si arriva percorrendo una panoramica stradina in parte asfaltata dalle guide alpine del XIX secolo, che supera il Colle di Fontana Fredda arrivando a questa chiesa con il Cervino sullo sfondo.

Da Cheneil si può raggiungere anche la Gran Balconata del Cervino, attraverso un ascensore panoramico o il sentiero n.107, che si snoda nella lussureggiante flora alpina dove si celano curiose marmotte. Si arriva anche dal borgo di Chamois, borgo chiuso al traffico, silenzioso e tranquillo, a cui si accede da Buisson oppure da La Magdeleine.

Da Chamois si può raggiungere il Lago di Lod, situato nella frazione di Antey Saint Andrè: è uno specchio lacustre di origine glaciale, al quale si arriva anche percorrendo il famoso Cammino Balteo che, in 23 tappe, attraversa l’intera Valle d’Aosta.

A proposito di Antey Saint Andrè, in questa frazione i più piccoli potranno trascorrere ore di divertimento presso il Parco Avventura La Borna Dou Djous, tra arrampicate e percorsi tra gli alberi davvero emozionanti.

Una strada boscosa porta da Chamois a La Magdeleine, borgo dove sono visibili le tracce di 8 mulini costruiti lungo le rive di un fiumiciattolo che sgorga dal Monte Tantanè, visitabili percorrendo il Sentiero dei Mulini.

Uno dei luoghi da visitare nella Valle di Valtournenche è il Museo Etnografico Petit Monde a Torgnon, sito in una serie di rascards, greneir e grange del XV-XVIII secolo. All’interno sono stati ricostruiti fedelmente ambienti del passato rurale del posto, compresi quelli legati alla lavorazione del latte e del pane.

A Fontanaz sorge invece il laboratorio di Giangiuseppe Barmasse, uno scultore che lavora il legno in una ambiente ameno e silenzioso, mostrando ai visitatori le sue sculture in legno che profumano di montagna.

Cosa fare e cosa vedere

Trascorrere l’estate nella Valle di Valtournenche significa partecipare ad escursioni indimenticabili, più o meno facili a seconda del grado di separazione. Ad esempio percorrendo il sentiero n.13 si può raggiungere il Rifugio Duca degli Abbruzzi Oriondè sito a 2802 m. di altezza con vista sul Plan Maison, il Plateau Rosa e l’immancabile Cervino.

Dal rifugio si può proseguire verso la Croce del Carrel, il cui nome rimanda a colui che ha di fatto aperto la via italiana, chiamata Cresta del Leone, per scalare la Gran Becca. Il sentiero passa torrentelli, piccole cascate e per la Chiesetta del Battaglione Monte Cervino, realizzata in legno e pietra.

Escursioni

Tra le escursioni più facili e adatte alle famiglie c’è il Sentiero dell’Energia che da Chamois arriva a La Magdeleine, fino al Lago di Lod, attraversando pannelli esplicativi legati all’importanza delle energie rinnovabili. C’è poi il Sentiero Vita che parte da La Magdeleine ed è dedicato invece alla salute.

Da Torgnon, parcheggiando eventualmente l’automobile presso il parcheggio della stazione della seggiovia Chantorné, si cammina verso il lago d’Alpe Betsoloz, piccola gemma turchese circondata da pascoli verdeggianti. Al ritorno si può optare per la strada Ru Verraye che porta all’Alpe Gorzà, dove c’è un altro piccolo laghetto molto amato per la pesca sportiva.

Molto famosa è poi la Via Ferrata Gorbeillon che da 1524 m. porta a quasi 1800 m. di altezza: il punto di partenza è il Castello di Châtillon, situato a 43 km da Valtournenche, davvero bello nel suo salone d’onore settecentesco, nelle pitture parietali del ‘400 che adornano la biblioteca e nel giardino all’italiana.

Dal Castello si cammina lungo la SS406 verso Cervinia prima e Valtournenche poi, fino alla strada che scende a Crepin. Si supera il torrente Marmore attraverso un ponte. Si arriva al Rifugio Barmasse e a un adrenalinico ponte tibetano, dopo aver superato tratti con cavi e aree boscose.

La Valle di Valtournenche custodisce molti laghetti idilliaci e tra questi c’è il Lago di Maën: si tratta di uno specchio lacustre artificiale nato in seguito alla costruzione di una diga. Sorge vicino al Gouffre des Busserailles, un meraviglioso orrido profondo 35 m. e lungo quasi 104 m.: questo canyon è stato scavato nei secoli dalla forza del torrente subglaciale Marmore e dalle acque provenienti dalla vetta del Cervino.

All’orrido si può arrivare anche da Pâquier, superando la Chiesa dei Santi Crispino e Crispiano e percorrendo il sentiero che porta ai 1676 m. di altezza di Proz.

Altrettanto bello è poi il Lago Blu, sito con le sue limpide acque azzurre a 1980 m. di altezza: si arriva camminando sul sentiero n.107 partendo da Breuil Cervinia.

Sopra questa località turistica della Valle di Valtournenche si trova anche il Lago Goillet, a 2516 m. di altezza: nelle sue acque si specchia la mole del Cervino e vi si può arrivare in funivia Plaim Maison o tramite il sentiero n.6 che passa per l’Alpe Chavannon.

Dal Lago Goillet si può arrivare ai Laghi Cime Bianche siti a ben 2812 m. di altezza: il cammino è davvero spettacolare, tra zone ancora innevate anche in piena estate e la vista costante sul Plateau Rosa.

Tra le escursioni che si possono intraprendere nella Valle di Valtournenche c’è il trekking verso Chamlong e i laghi qui presenti.

L’escursione porta i partecipanti a superare il Lago di Charey, per poi salire di quota in aree dove la vegetazione inizia a diradarsi. Si arriva ai 2300 m. di altezza dell’alpeggio di Chamlong e si rientra oltrepassando il Colle di Champlong a 2400 m. di altezza, per poi scendere nella Valle di Chamois fino a La Magdeleine.

Meritano una visita anche il Mont Tantanè, dove si trovano i resti di un villaggio paleolitico (al quale si arriva attraversando il Col Pilaz e gli alpeggi di Charey) e il Lago di Loz. Questo specchio lacustre si trova a 1700 m. di altezza circa, a due passi dalla telecabina che arriva a Salette ed è circondato da un sentiero ad anello.

Vacanze nella Valle di Valtournenche

La Valle di Valtournenche è ricchissima sia dal punto di vista naturalistico che storico e artistico: una vacanza in estate in questo angolo di Valle d’Aosta non può che svolgersi tra attività sportive all’aperto, escursioni e rilassanti passeggiate nei borghi rurali della valle.

Proprio in estate poi sono moltissimi gli eventi che allietano abitanti e turisti, come la Veillà de Valtournenche che si svolge in agosto ogni due anni: tra le vie di Valtournenche riecheggiano suoni di antichi mestieri, dal tosatore delle pecore agli scalpellini fino al Rabeilleur, che forniva ai malcapitati vecchi medicamenti.

Non mancano i cantori e i narratori di antiche ballate mai dimenticate, ma soprattutto stand dove degustare le tipicità del luogo, dalle frittelle alla polenta fino alla fiocca, la panna fresca preparata al momento.

A fine settembre si svolge invece la Dézarpa, la festa che accompagna il ritorno delle vacche dagli alpeggi da Maen a Valtournenche: gli animali, soprattutto della razza valdostana pezzata rossa, sono agghindati con fiocchi colorati e campanacci. Le mucche sono solitamente accompagnate da guide alpine, maestri di sci, agricoltori e figuranti in abiti tipici.

Avere più tempo a disposizione permette anche di regalarsi più di qualche serata in ristoranti e rifugi per assaporare la cucina della Valle di Valtournenche: da non perdere i formaggi come la Fontina DOP, la Toma di Chamois e il Fromazdo DOP, ma anche gli insaccati.

Da non perdere a tal proposito una visita allo storico salumificio Maison Bertolin ad Arnad, dove si può acquistare il Tetun, il Franbon e il salame di patate Boudin.

Le strutture ricettive della Valle di Valtournenche sono tante e rispondono alle necessità di ogni tipo di turista, dai più giovani agli sportivi fino alle famiglie con bambini. Si può soggiornare in baite montane, case vacanze, pensioni a gestione famigliare oppure alberghi ricchi di ogni tipo comfort.

Vacanze estate Valtournenche

Se state valutando di fare una vacanza d'estate a Valtournenche qui di seguito potete trovare dei link utili per trovare Hotel ed Appartamenti vacanza.

Ricevi Offerte estate

Ricevi le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

    Email dove ricevere offerte

    Nome e Cognome

    Dove vuoi andare in Vacanza? (destinazione preferita)



    Laghi vicini da scoprire


    Dati e recensione Valtournenche in estate

    Regione: Valle d'Aosta
    Altitudine minima:1500m S.l.m.
    Altitudine massima: 3500m S.l.m.
    Opinioni Valtournenche: 0 recensioni su Valtournenche

    Voto Valtournenche in estate

    Voto: 3.62 su 5 - 185 votanti
    1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
    Loading...

    Altre localita consigliate

    Scrivi una recensione su Valtournenche

    Ci sono 0 Recensioni su Valtournenche in estate

    Scrivi la tua recensione su Valtournenche

    Trova Offerte Estate

    Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

      Dove vuoi andare in Vacanza?