Passo Resia in estate

Passo Resia

In estate la montagna, silente durante il freddo e nevoso inverno, rinasce dal torpore invernale, con la natura che è un tripudio di colori e di profumi, senza dimenticare la vita animale che fa capolino dopo il letargo, a partire dalle simpatiche marmotte.

Tra le più incantevoli località montane dell’Alto Adige c’è senza dubbio il Passo di Resia nel cuore della verdeggiante Val Venosta, che parte proprio dal Passo per arrivare alle porte di Merano, dominata dalle vette del Gruppo dell’Ortles.

Il Passo di Resia, sito a 1504 mt di altezza, è uno scenografico valico alpino che separa le Alpi Orientali da quelle Occidentali, mettendo di fatto in comunicazione lo stesso Alto Adige con il Tirolo. Il Passo di Resia si trova proprio nell’esatto punto in cui le nazioni Italia, Svizzera e Austria si incontrano, la cosiddetta Triplice Frontiera.

Cosa fare e vedere al Passo di Resia in estate

Il Passo di Resia sorge dunque all’estremità dell’Alta Val Venosta e chi sceglie di trascorrervi una vacanza in estate non si annoierà di certo. La fresca e salubre aria di montagna invoglia i turisti a trascorrere giornate all’aria aperta tra escursioni, passeggiate in bicicletta e attività da svolgere sul Lago di Resia, uno dei simboli dell’omonimo Passo e dell’Alta Val Venosta.

È infatti iconico il trecentesco campanile che emerge dalle cristalline acque lacustri, memoria della chiesa romanica di S.Caterina d’Alessadria del XIV secolo, fatta esplodere, così come l’intero paese di Curon, quando si decise di costruire nel 1950 la diga: si narra che, nelle più fredde sere invernali, si odano ancora le campane risuonare. In estate invece attorno al campanile vengono svolte tantissime attività divertenti, dal kayak alla vela fino al kitesurf: c’è persino la possibilità di solcare le acque lacustri a bordo della MS Hubertus, con il capitano Winkler che intratterrà i naviganti con storie sui borghi di Arlundo, Resia e soprattutto Curon.

In alternativa è possibile cimentarsi col tiro con l’arco, fare passeggiate nei boschi attorno al Passo di Resia su cavalli avelignesi oppure correre attorno al Lago di San Valentino alla Muta o a quello di Resia, circondato da un sentiero di 15,3 Km.

Gli amanti della bicicletta e della mountain bike invece hanno a disposizione ben 350 km di piste ciclabili attorno al Passo di Resia, tra le quali spicca la Pista Ciclabile dell’Adige che, lungo i suoi 80 km, ripercorre per un tratto l’antica strada romana della Via Claudia Augusta e permette di raggiungere Merano partendo dal Lago di Resia. Lungo questo percorso si attraversano borghi pittoreschi come Burgusio, Lasa, la medioevale Glorenza e Naturno.

Una vacanza in Passo di Resia in estate permette di scoprire le bellezze di Curon Venosta, a partire dalle sue bellissime chiese romaniche come la Chiesa di S.Nicolò di Resia, ricca di splendidi affreschi risalenti al XV secolo, e quella gotica dedicata a S.Anna situata in posizione panoramica sul lago.

C’è poi l’Abbazia di Monte Maria che, dall’alto dei suoi 1340 mt di altezza, è il più alto monastero benedettino di tutta Europa: è stato costruito nel XII secolo per volere dei Von Tarasp, distinguendosi come importante centro culturale e agricolo. In questa bellissima abbazia, nella cui cripta sono conservati splendidi affreschi romanici con tanto di figure angeliche, è stato infatti prodotto il primo pane Vinschger Paarlbrot (fatto con trigonella, finocchio e cumino) e sorge una biblioteca storica ricca di libri antichissimi.

A Curon Venosta sorge poi il “Museo Alta Val Venosta”, una tappa imperdibile per chi vuole conoscere meglio la storia della diga e la vita contadina del luogo: documenti, oggetti di vita quotidiana e foto storiche consentono ai visitatori di fare un vero e proprio salto indietro nel tempo.

In montagna i cieli sono tersi e la volta stellata è particolarmente spettacolare: per ammirarla nel corso delle fresche serate estive montane non si deve fare altro che raggiungere l’Osservatorio Astronomico sito vicino al Rifugio Maseben a 2267 mt di altezza. Dal rifugio parte una navetta per raggiungere quello che è considerato l’unico osservatorio di tutto l’Alto Adige.

Il Passo di Resia è il luogo perfetto per fare escursioni nella natura, a partire da quella lungo l’Alta Via Val Venosta che parte dalla sorgente del fiume Adige per arrivare a Stava, nel cuore della Bassa Val Venosta: si cammina nella lussureggiante vegetazione del Monte Sole, con la vista sempre sul Gruppo dell’Ortles e sui ghiacciai.

A tal proposito, per arrivare alle sorgenti dell’Adige, basta partire dal parcheggio di Resia, frazione di Curon Venosta, per poi percorrere il sentiero n.2 addentrandosi nel bosco fino alla sorgente. Proseguendo oltre si raggiunge il Pian dei Morti dove persistono ancora oggi resti dell’impianto difensivo realizzato durante la Seconda Guerra Mondiale: si tratta di strade per i rifornimenti, trincee e bunker voluti da Mussolini nel 1939 per arginare l’avanzata di Hitler, prima quindi di allearsi col tedesco. Non lontano ci sono poi i Denti di Drago, aguzze costruzioni in calcestruzzo e ferro, realizzati con lo scopo di fermare i carrarmati.
L’escursione verso il Cippo dei Tre Confini permette invece di raggiungere il punto d’incontro di Austria, Svizzera e Italia: si parte anche in tal caso dal parcheggio di Resia e si percorre il sentiero n.3, attraversando una pista ciclabile e una bellissima pista nel bosco fino al pittoresco maso di Tendershof ; si prosegue ancora nel bosco fino al Cippo dei Tre Confini, all’ombra del Piz Lad.

Da Curon Venosta, precisamente dalla stazione Kite, si può raggiungere la Malga Curon, in un’escursione piacevole adatta anche alle famiglie: si percorrere il sentiero n.10, tra i prati di Arlui, punteggiati qua e là di fiori alpini.

Altrettanto facile è il percorso che da Melago porta alla Malga di Melago e che si snoda in Vallelunga: il rifugio è spettacolare, trovandosi ai piedi del monte Palla Bianca, alto ben 3739 mt. e sito proprio al confine con l’Austria.
Da Melago, attraverso il sentiero n.3, si può raggiungere anche il monte Schafberghütte: si oltrepassa prima l’omonima Malga Schafberghütte e poi, passando al sentiero n.1, si raggiunge il Rifugio Pio XI dal quale la vista spazia sul Palla Bianca, sul Bärenbartkogel e sul Langtauferer Spitze. Se dal Rifugio Pio Xi si prende il sentiero n.2 si arriva direttamente sulle rive del Rio Carlino.

Imperdibile poi l’escursione alla volta della Malga di Resia, raggiungibile percorrendo la pista ciclabile che circonda l’omonimo lago fino a raggiungere prima l’Agriturismo Muhlanderhof e poi quello Tendershof attraversando foreste e prati. Il sentiero 3B permette infine di arrivare alla Malga di Resia, con vista sul lago.

Vacanze a Passo Resia

Trascorrere le vacanze estive al Passo di Resia significa scoprire i paesaggi naturali incontaminati dell’Alta Val Venosta, luoghi ricchi di storia, antiche chiese e malghe, dove degustare i prodotti tipici del luogo.

Serve più di una settimana per godersi al meglio il Passo di Resia, soprattutto se si vogliono raggiungere località poco più lontane come ad esempio la Fortezza di Nauders e l’adiacente passaggio fortificato di Finstermünz, costruito sul fiume Inn.

La struttura ricettiva della zona è ottima e variegata, adatta a tutte le esigenze, da quelle delle famiglie alle necessità di giovani o coppie.

Si può ad esempio soggiornare in alberghi oppure in B&B dove è offerta solo la prima colazione con la possibilità di scegliere altri posti sparsi per il Passo di Resia in occasione del pranzo o della cena. In alternativa ci sono le pensioni a conduzione familiare, ma senza rinunciare ai comfort di piccole SPA, piscine e sauna. Le malghe gestite dagli agriturismi sono invece la soluzione adatta per chi vuole soggiornare in una caratteristica atmosfera alpina, degustando anche prodotti locali a Km 0.

Coloro che desiderano vivere una vacanza green allora possono approfittare dei campeggi presenti nel Passo di Resia e nell’Alta Val Venostra, senza temere il tempo, grazie alla protezione del Gruppo dell’Ortles, si mantiene piuttosto secco e poco piovoso.

Vacanze estate Passo Resia

Se state valutando di fare una vacanza d'estate a Passo Resia qui di seguito potete trovare dei link utili per trovare Hotel ed Appartamenti vacanza.

Trova Offerte Estate

Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

Dove vuoi andare in Vacanza?


Dati e recensione Passo Resia in estate

Regione: Trentino Alto Adige
Altitudine minima:1500m S.l.m.
Altitudine massima: 2400m S.l.m.
Opinioni Passo Resia: 0 recensioni su Passo Resia

Voto Passo Resia in estate

Voto: 3.52 su 5 - 768 votanti
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

Altre localita consigliate

Scrivi una recensione su Passo Resia

Ci sono 0 Recensioni su Passo Resia in estate

Scrivi la tua recensione su Passo Resia

Trova Offerte Estate

Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

Dove vuoi andare in Vacanza?