Davos in estate

Davos

Il Passo del Bernina, il Parco Nazionale Svizzero, il ghiacciaio del Morteatsch, Coira e Arosa sono alcune delle cose da vedere nel Canton Grigioni, il più orientale della Svizzera, dominato dal Pizzo Bernina che sfiora l’altezza di 4049m.

C’è però anche un’altra località imperdibile per tutti coloro che decidono di trascorrere una vacanza in questo angolo svizzero e si tratta di Davos, nota cittadina della Svizzera che ogni anno ospita il “Forum Economico Mondiale”.

In realtà questa cittadina, nonostante il brio internazionale che questo evento le ha donato, mantiene quel fascino antico che tanto ha incantato letterati e pittori come Stevenson, Mahn e Kirchner. Molto apprezzata come località sciistica grazie ai suoi 58 impianti di risalita e 300 km di piste, Davos merita di essere esplorata anche in estate, scoprendo angoli bellissimi della città e dei suoi dintorni, dove la natura regna sovrana: il clima poi è piacevolissimo, tanto che nel XIX secolo nacquero molti sanatori per la cura di patologie come la tubercolosi e lo stesso Robert Louis Stevenson, autore del famoso romanzo “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde”, ne frequentò uno.

Estate a Davos

Sorge a 1560 m di altezza nella regione del Prettigovia-Davos, nel cuore della bella Valle del Landwasser, attraversata dall’omonimo fiume, all’ombra del Passo Wolfgang. Davos è la più alta città delle Alpi ed è infatti circondata da vette leggendarie come il Piz Linard (3410 m. di altezza), il Weissfluh (2843 m. di altrezza9 e il gruppo montuoso del Silvretta che raggiunge i 3410 m. di altezza.

Offerte vantaggiose in Val Gardena

Scopri le migliori offerte per trascorrere una vacanza estiva indimenticabile nelle Dolomiti della Val Gardena, con pacchetti vacanza a prezzi vantaggiosi in hotel ed appartamenti a Ortisei, Santa Cristina e Selva di Val Gardena

Chalet sulle Dolomiti

Scopri le migliori offerte per trascorrere una vacanza estiva nei migliori Chalet e Baite alpine delle Dolomiti, le migliori strutture immerse nel cuore delle Dolomiti dal tipico stile alpino

adv

L’estate a Davos si contraddistingue per il numero di attività da svolgersi all’aria aperta, in particolare quelle sportive, alla luce della presenza di campi da tennis e di calcio, della pista d’atletica, del campo da golf a 18 buche e della Vaillant Arena. A Davos, dal Jacobshorn e dal Parsen, è possibile anche praticare parapendio, sorvolando come un uccello i magnifici paesaggi del Canton Grigioni.

Non si dimentichi poi il Lago di Davos, dove è possibile rilassarsi sulla sua spiaggia oppure noleggiare kayak o canoe, senza contare che è presente un centro di vela e surf: il sentiero che circonda il lago è percorribile a piedi, con tratti ombrosi che costeggiano il bosco, popolato da amichevoli scoiattoli.

Non mancano poi i percorsi per gli amanti della mountain-bike, i quali possono raggiungere anche la Bike Academy Davos, dove si organizzano corsi per i meno abili sulle due ruote, con tanto di prove pratiche direttamente su strada. È presente un bikepark anche all’interno dell’Adventure Park Davos Färich, dove le famiglie potranno mettere alla prova le proprie abilità su ponti tibetani, carrucole e pareti sulle quali arrampicarsi.

Nell’adiacente località di Kloster, la cui tipica atmosfera rurale contrasta con l’aria più spumeggiante di Davos, si trova poi il Parco Avventura Alpino Madrisa Land, dove ci si può divertire tra safari nel piccolo zoo, aree giochi per i bambini e soggiorni in vere case sull’albero, nelle caratteristiche tende Tipi oppure nella fantastica suite stellare Gadä.

Sullo Schatzalp, raggiungibile in pochissimi minuti in funivia, si trova invece una pista per slittino lunga ben 2,5 km: è aperta anche di sera e presenta un dislivello di 240 m., per una esperienza davvero emozionate. In cima a questa montagna alta 1880 m., che tanto incantò lo scrittore Thomas Mann, si trova anche lo storico Berghotel Schatzalp, antico sanatorio dove è ambientato il romanzo “La montagna incantata”. Allo scrittore tedesco è dedicato anche il sentiero Thomas Mann Weg che, in 10 stazioni, ripercorre i luoghi legati al protagonista del libro Hans Castorp.

L’estate è il periodo migliore per immergersi nella bellezza bucolica dell’Alpinium Schatzalp, un giardino botanico dove sono conservate più di 5000 specie di piante provenienti da tutto il mondo, dalla Cina alla Nuova Zelanda. Il percorso permette di camminare tra genziane, stelle alpine, campanule e altre piante fiorite, ognuna con cartelli informativi circa le loro origini e caratteristiche.

Passeggiando a Davos Platz, dunque nella zona più a valle, non si può non essere attratti dalla quattrocentesca torre che, con la sua altezza di 70 m., caratterizza lo skyline della cittadina elvetica: affianca la Chiesa di San Giovanni risalente probabilmente al XIII secolo, bellissima con le sue vetrate realizzate dall’artista simbolista Augusto Giacometti.

L’altra chiesa degna di nota è la Davos Frauenkirch risalente al ‘300, sita nell’omonimo insediamento dove si stabilì il pittore Ernst Ludwig Kirchner: raggiunse Davos per curare la sua dipendenza dai farmaci, accentuata dalla persecuzione dei nazisti che consideravano degenerata la sua arte propria della corrente Secessione di Dresda. Il Museo Kirchner ha sede in un edificio tecnologico progettato da Guyer e Gigon e ospita 1400 sue opere, tra dipinti, stampe e disegni.

Molto interessante è anche il Medizinmuseum Davos, dove è possibile conoscere, attraverso strumenti e antiche attrezzature mediche, la storia della cura della tubercolosi: a scoprire i benefici del clima di Davos fu un certo dottor Spengler, dando il via a quel boom turistico che, dal 1865, è stato inarrestabile.

Meritano infine una visita il Museo Minerario sito all’interno della vecchia miniera di Silberberg, con tanto di attrezzi, diorama ed esposizione di cristalli di rocca e calcite, ma anche il Museo Nutli-Hüschi a Klosters, sito all’interno di una fattoria del 1565: tra ambienti ricostruiti fedelmente, attrezzi agricoli e oggetti di uso quotidiano, i visitatori possono conoscere qualcosa in più sul passato di Davos e ingenerale del Canton Grigioni.

Cosa fare e cosa vedere

Grazie agli impianti di risalita di SchatzalpRinerhornWeissfluhjochParsenn e Jakobshorn, da Davos è possibile raggiungere ben tre comprensori dove fare escursioni in luoghi selvaggi e incontanimati, contandosi infatti circa 700 km di sentieri.

Il Gesteinslehrpfad è l’Itinerario delle Pietre e collega Davos con Wiesen, attraversando la Gola di Zügen: ripercorre una strada in ghiaia un tempo percorsa dalle carrozze, attraversa gallerie, ponticelli sul fiume e la fresca gola, con uno sguardo alla Ferrovia Retica che sfreccia in alto. Il Trenino Rosso del Bernina infatti passa proprio da Davos, a due passi dalla quale si trova uno dei punti più scenografici della tratta ferroviaria, ossia il viadotto di Landwasser alto 65 m. In realtà da Davos passa anche il treno Glacier, grazie al quale si possono raggiungere le belle località di Coira, millenaria cittadina svizzera con 5000 anni di storia e ST. Moritz.

Dal rifugio sito sull’Alpe Saradasca a Klosters, ricco di informazioni sulla flora e la fauna locale, sulla storia dell’alpinismo e sui ghiacciai, si può intraprendere un’escursione su un sentiero circolare all’ombra del ghiacciaio Silretta, godendo di viste impareggiabili su questo gigante di ghiaccio.

L’escursione Flüela-Schwarzhorn-Weg parte invece dalla stazione di Abzweigung Schwarzhorn, dalla quale inizia il sentiero che porta ai 2880 m. di altezza dello Schwarzhornfugga. Si procede poi verso la cresta della Punta Nera, composta da anfibolite di colore scuro che giustifica così il suo nome: una volta raggiunta la vetta della Punta Nera a 3146 m. di altezza, si possono scorgere persino il Grossglockner e soprattutto il Monte Bianco.

Molto scenografico è poi il Walserweg o Grande Sentiero Walser: l’intero percorso è lungo 220 km ed è composto da 15 tappe, ma in questo caso si percorre il tratto che parte da Davos, nell’area boschiva va 1280 m. di altezza dove si trova una piccola comunità di origine Walser.. Si scende verso Stefealp, dove c’è il rifugio amato dal pittore Kirchner e poi si prosegue alla volta di Davos Frauenkirch, dalla quale si può arrivare nella località montana di Arosa attraverso il valico di Maienfelder Furgga.

Un’altra escursione che si consiglia di fare a Davos in estate è quella che parte da Klosters e, costeggiando un torrente di montagna, sale verso lo Schlappintobel: si supera il bel lago Schlappinsee e poi l’insediamento Walser di Schlappin, per poi addentrarsi nel cuore di una fresca foresta con la vista che spazia costantemente sulla valle di Schlappintal. L’escursione prosegue verso il rifugio Zügenhüttli, per poi raggiungere la funivia di Madrisa e il Chüecalanda, popolatissimo di simpatiche e curiose marmotte: dopo aver goduto della vista più bella sulle Alpi Grigioni, si può raggiungere la meta, ossia il Rätscenhorn.

La Valle del Sertig è una delle mete più belle da raggiungere partendo da Davos, romantica e storica alla luce dei molti villaggi Walser nati a partire dal XII secolo tra cui quello di Monstein: il simbolo di questo insediamento è senza dubbio la Hinter Den Eggen, la chiesetta dal caratteristico tetto piramidale del 1699, dove è peraltro convolato a nozze il fondatore del Forum Economico Internazionale, Karl Schwab.
Arrivati a Sertig, a soli 11 km da Davos, si può raggiungere la pittoresca cascata Duncan, camminando dolcemente tra campi e prati alpini, affrontando infine un breve tratto roccioso poco prima di arrivare a destinazione.

Dalla stessa Valle del Sertig si può raggiungere l’omonimo passo fino ad arrivare al valico, con vista sugli ameni laghi Sur e Ravais-Ch, dove è anche possibile fare un tuffo sfidando la temperatura dell’acqua piuttosto fresca. Attraversando pendii erbosi e altipiani che in estate abbagliano con il loro colore verde smeraldo, si giunge al rifugio Kesch a 2625 m. di altezza, accanto al quale c’è un altro laghetto incantevole. Da qui l’escursione prosegue scendendo verso l’Alp Digl Chant, si attraversa la Val Plazbi e si raggiunge l’Alp Muotta.

Tra le escursioni più consigliate da pratica a Davos c’è quella che arriva a Wiesen, percorrendo una strada forestale che passa per Höheggen fino a Steigwald, con panorami magnifici sulla gola Zügenschlucht. Scendendo fino al bivio per questa scenografica gola, si cammina lungo il fiume Landwasser fino alla stazione di Wiesen. Da qui è d’obbligo una visita al vicino viadotto di Wiesen, considerato il secondo più alto di tutta la tratta percorsa dalla Ferrovia Retica, dichiarata peraltro Patrimonio dell’UNESCO. Con lo stesso Trenino Rosso del Bernina si può tornare a Davos.

Vacanze a Davos

La cittadina del Canton Grigioni è circondata da un territorio che, dal punto di vista naturalistico, è ricchissimo di cose da vedere e da scoprire, tramite percorsi e sentieri che spesso necessitano di molte ore. Per questo motivo è importante avere molto tempo a disposizione per trascorrere la vacanza in estate a Davos in maniera tranquilla e rilassata, senza quella fretta che potrebbe portare a rinunciare a vistare un posto particolare.

In vacanza poi è giusto dedicarsi anche a vivere la cultura e le tradizioni del posto, in questo caso di Davos e questo si traduce nella partecipazione a feste come ad esempio la Sertig Schwinget, dedicata alla scenografica lotta svizzera che si svolge in questo caso nella Valle di Sertig, a due passi da Davos.

La cultura di un luogo è espressa anche nella sua cucina e molti sono i piatti da assaggiare a Davos e dintorni, seduti al tavolo delle tante caratteristiche locande e ristoranti della cittadina, rinunciando quindi a frugali pic-nic. Da assaggiare in particolare la classica Raclette (fette grigliate di formaggio appena fuso) con sottaceti, cipolle e patate, i Capuns (involtini di spinaci ed erbette di montagna), il Bündnerfleisch (carne essiccata), il Rosti di patate e la Büdner Nusstorte, crostata a base di caramello e noci. Da non dimenticare poi la birra, prodotta nel Bier Vision Monstein: qui, nella più alta birreria d’Europa, l’ambrata bevanda viene preparata con il luppolo svizzero, l’acqua cristallina delle sorgenti e il malto affumicato che regala alla birra note tostate, di frutta, di caramello e di noci.

Per quanto riguarda le strutture ricettive, Davos ne è ricchissima, tra alberghi di lusso moderni, storici hotel tradizionali, case vacanze, B&B, chalet di montagna e gradevoli pensioni: dalle famiglie agli sportivi fino ai turisti più giovani, tutti troveranno al soluzione a loro più adatta.

Vacanze estate Davos

Se state valutando di fare una vacanza d'estate a Davos qui di seguito potete trovare dei link utili per trovare Hotel ed Appartamenti vacanza.

Ricevi Offerte estate

Ricevi le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

    Email dove ricevere offerte

    Nome e Cognome

    Dove vuoi andare in Vacanza? (destinazione preferita)



    Dati e recensione Davos in estate

    Regione: Svizzera
    Altitudine minima:800m S.l.m.
    Altitudine massima: 2800m S.l.m.
    Opinioni Davos: 0 recensioni su Davos

    Voto Davos in estate

    Voto: 3.65 su 5 - 101 votanti
    1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
    Loading...

    Altre localita consigliate

    Scrivi una recensione su Davos

    Ci sono 0 Recensioni su Davos in estate

    Scrivi la tua recensione su Davos

    Trova Offerte Estate

    Le migliori offerte in montagna d'estate, in Hotel, Bed and Breakfast o Appartamenti Vacanza

      Dove vuoi andare in Vacanza?