Asiago in estate

Asiago

Una delle zone di montagna più conosciute in Italia e la località di montagna preferita dai Veneti, l’Altipiano di Asiago sorge a quota 1001 metri di altitudine a confine con il Trentino Alto Adige.
Gli ampi spazzi, verdi prati ed un territorio dolcemente modellato fanno di Asiago una destinazione ideale per chi è alla ricerca di un ambiente salubre ed incontaminato dove poter rilassarsi e divertirsi.
La vocazione turistica di Asiago ha fatto si che negli anni si sviluppasse una offerta turistica diversificata dallo sport al benessere. Grazie alle numerose strutture sportive si possono praticare tantissimi sport come il golf, la mountain bike, il tennis, il tiro con l’arco, l’arrampicata sportiva e la moderna downhill che trova spazio nel bike park del centro sciistico le Melette.

Agli escursionisti Asiago offre molteplici possibilità con strade sterrate, sentieri e percorsi che permettono di scoprire posti incontaminati immersi nei boschi dell’Altipiano oppure raggiungere punti panoramici dove ammirare il panorama che da sulle alpi trentine e sulla pianura veneta.
Numerosi sono anche i percorsi escursionistici di guerra dove con l’ausilio di indicazioni ed illustrazioni si possono ripercorrere gli scenari del primo conflitto mondiale alla scoperta di trincee ed avamposti narrati anche nel libro “Un anno sull’altipiano” di Emilio Lussu.

Asiago=Storia. Dai bavaresi che ne bonificarono il territorio ai cimbri, e poi la prima guerra mondiale che sconvolse la vita ed il volto dell’altipiano dopo la dura battaglia fra Austria ed Italia.

Ora Asiago risplende di una nuova luce, i boschi sono ritornati a vivere e tutto l’abitato è stato ricostruito, ancor meglio di prima, ma i segni della guerra ci sono ancora e se si cammina fra i pascoli si possono vedere ancora i segni lasciati dalle bombe.

Asiago fu il palcoscenico della Grande Guerra italiana, un colpo di cannone sparato il 24 maggio 1915 dal Forte Verena a quota 2015 metri diede inizio all’entrata in guerra dell’Italia contro l’Austria-Ungheria. Ora il forte dorme tranquillo ma non è più agibile a causa dei danneggiamenti subiti durante la guerra. In paese però si trova il museo della Grande Guerra che conserva tutte le testimonianze e gli oggetti bellici di un tempo. Una meta che assieme all’Sacrario Militare di Asiago forma il tour scolastico che ogni anno attira centinaia di scolaresche alla scoperta didattica del primo conflitto mondiale.

Fra le altre mete di interesse storico-culturale troviamo il Museo dei Cimbri che conserva documenti ed oggetti di uso comune della popolazione Cimbra, il Museo dei Fossili, il Museo Naturalistico e l’osservatorio astrofisico dell’università di Padova, che trova collocazione nella Cima Ekar, dove i ricercatori organizzano visite guidate notturne alla scoperta del cielo, un posto ideale per chi ama il cielo e le stelle.

Ad Asiago è vissuto Mario Rigoni Stern uno dei più grandi scrittori del novecento, famoso in tutto il mondo per il suo libro “Il sergente sulla neve”. Nell’Altipiano troviamo i boschi ed i prati, gli animali narrati nei suoi libri come “il bosco degli urogalli” oppure in “uomini boschi ed api”, qui si riscopre la natura selvaggia gli animali ormai scomparsi in molte località di montagna a seguito dell’insediamento dell’uomo descritti con parole semplici ma forti nei testi di Rigoni.

L’altopiano dei 7 comuni è anche la terra dei sapori. Qui meglio di qualsiasi altro posto si possono gustare i sapori antichi di un tempo, prodotti tipici che sono rimasti immutati nel tempo sia per nel metodo di lavorazione che nelle materie prime.
Su queste rigogliose distese verdi nasce uno dei formaggi più famosi d’Italia, il formaggio Asiago.
Un formaggio tenero dal sapore delicato che racchiude in se tutta la bontà del fresco latte di montagna prodotto direttamente nelle numerose malghe ed alpeggi diffusi su tutto il territorio. Oltre al gustosissimo formaggio troviamo anche lo “Speck di Asiago” ed il miele che arriva dagli alveari che ancora oggi tante famiglie asiaghesi mantengono in attività.
Oltre alle specialità tipiche possiamo trovare anche i prodotti di Rigoni di Asiago, una azienda storica che produce marmellate e la nocciolata prodotto che negli ultimi anni ha conquistato tutta l’Italia e non solo.
Su tutto il territorio sono numerosi i ristoranti che offrono menù tipici con piatti preparati da bravissimi chef che sanno riproporre i sapori di un tempo, ma per chi vuole qualcosa di diverso allora basta scegliere il rifugio preferito e dopo una bella escursione in a piedi oppure in mountain bike ci si puo’ concedere un pranzo con vista sul magnifico panorama Alpino.

Dati e recensione Asiago in estate

  • Regione: Veneto
  • Altitudine minima: 900m S.l.m.
  • Altitudine massima: 2300m S.l.m.
  • 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voto: 3,78 su 5)
    23 votanti
    Loading...
  • 1 recensione su Asiago

Altre localita consigliate

Scrivi una recensione su Asiago

Ci sono 1 Recensione su Asiago in estate

10-10-2011

Asiago in estate è un vero e proprio paradiso. Ci vado in vacanza da 5 anni e solitamente soggiorno in un hotel del centro nelle prime 2 settimane di agosto.

Il centro è sempre bello vivo e spesso ci sono eventi interessanti, nel pomeriggio io e la mia famiglia ci spostiamo quasi sempre fuori dove si apre l’altopiano ed andiamo a fare escursioni sui vari sentieri.

Ci troviamo bene perchè ci sono diversi percorsi facili e quindi adatti anche ai bambini (6 e 9 anni) in questo modo si puo’ godere della natura e del fresco senza dover intraprendere escursioni troppo complicate.

Penso che per le famiglie sia l’ideale in quanto è un posto semplice e molto bello e con aria sana! consigliato.

Scrivi la tua recensione su Asiago

Booking.com

Richiesta Info Vacanze

invia gratis una richiesta informazioni e riceverai la risposta direttamente dalla località che ti interessa

Nome e Cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Dove vuoi andare in Vacanza?
scrivi in quale località o zona di montagna ti interessa andare in vacanza o richiedere informazioni.

Cosa vuoi sapere?

Domanda antispam, quanto fa 2+5 ?